La meta è il percorso stesso: jogging con il cane

15.05.2018

Sei un appassionato di sport e ti piace goderti la brezza fresca sul viso, ma i tuoi partner si siedono di continuo e hanno puntualmente una scusa pronta?

E se fosse il tuo cane, a farti da partner di jogging? Lui vuole comunque uscire - e con la giusta motivazione di sicuro ci prenderà così tanto gusto, che alla fine sarà lui a metterti in moto. Quindi non dovrai preoccuparti di doverti motivare da solo. Ci penserà il tuo amico a quattro zampe, con crescente entusiasmo. Con così tanto entusiasmo che forse alla fine sarai tu a implorare pietà. Ma prima di mettervi davvero al lavoro, ci sono delle condizioni preliminari da chiarire.

Quanto bene sai gestire il tuo cane nella vita di tutti i giorni, e soprattutto nello sport?

Dato che sei tu ad aver deciso di fare jogging, sta a te interessarti alle nozioni di base. In termini di jogging con il cane, questo significa che:

  • Esiste una buona base di fiducia tra te e il tuo amico a quattro zampe.
  • Il tuo cane ha imparato a rispondere prontamente ai tuoi comandi in modo completo. Sa che sei affidabile e che sai risolvere con sicurezza anche le situazioni difficili con gli umani o altri cani per il tuo e il suo meglio.
  • Quando fai jogging con il tuo amico a quattro zampe, ti stai occupando del benessere del tuo cane. La tua ambizione atletica non è insignificante, ma non è l’elemento centrale.

Per farla breve, sei in grado di guidarlo in sicurezza attraverso le varie situazioni della vita di tutti i giorni fuori casa. Ciò detto, la tua preoccupazione principale è far sì che fare jogging risulti un'esperienza positiva per entrambi. Se avrai messo in pratica tutto questo, è ora di passare al prossimo argomento, in cui il protagonista sarà il tuo amico a quattro zampe.

Qualsiasi cane può fare jogging?

In linea di massima, non c’è nulla che possa crearti problemi mentre ti fai un giro di jogging con il tuo compagno. Per far sì che l’allenamento abbia un effetto veramente positivo e che non si verifichi inavvertitamente qualche danno al cane, tieni a mente i seguenti punti:

Età

Prima di scendere in pista, il tuo cane dovrebbe aver completato la crescita e avere ossa, legamenti e articolazioni stabili e forti. Questo è l'unico modo in cui riuscirà davvero a sopportare lo stress di un’attività come il jogging.

A che età un cucciolone è abbastanza grande, dipende principalmente dalla sua razza. Un’idea di massima è che dovrebbe avere almeno 12 mesi, in alcuni casi anche 24. Cani di razze più grandi hanno tempi di crescita più lenti. L'età massima che consente a un cane di fare jogging dipende essenzialmente dal suo stato di salute.

Di base, è meglio non coinvolgere un cane di una certa età in un’attività sportiva così impegnativa. Giri più brevi e più lenti in questo caso sono la soluzione migliore. Altrimenti fare jogging rischia di mettere a dura prova il suo organismo (sistema cardiovascolare e articolazioni).

Razza

In linea di massima, tutte le razze di cani sono adatte al jogging, alcune di più, altre di meno.

Poco adatti sono cani grandi e pesanti come Leonberger o San Bernardo e cani molto piccoli con zampe corte come Chihuahua o Carlini. Lo stesso vale per cani come Whippet o altri levrieri, il cui punto forte è la velocità, piuttosto che la resistenza.

I "cani da jogging" migliori risultano essere, invece, Dalmata, Border Collie, Jack Russell Terrier o Retriever. Quest’ultimo a condizione, però, che non abbia problemi come displasia dell'anca e altre malattie articolari. Anche cani di razza mista possono prestarsi senza problemi, se il veterinario li riconosce come potenziali jogger. Approfondiremo questo argomento nella prossima sezione.

Costituzione

Il cane con cui puoi fare jogging deve essere fisicamente in forma. Questo implica soprattutto che:

  • Il suo sistema muscolo-scheletrico sia sano,
  • Il sistema cardiocircolatorio sia efficiente,
  • La respirazione avvenga correttamente.

Come abbiamo già detto, vigono alcune regole speciali per cani molto giovani e anziani. A parte questo, un controllo generale dal veterinario è opportuno: probabilmente lui saprà darti buoni consigli per quando andrete a fare jogging. Soprattutto, può darti preziose informazioni sulle possibili difficoltà che il tuo cane può incontrare lungo la strada.

Indole

Il primo passo è fatto: tu e il tuo cane siete fisicamente in forma e pronti per il primo giro insieme. Ma solo perché il vostro rapporto fila liscio come l’olio non significa che sarete un duo di joggers armonioso in tutto e per tutto. Perché sia così, il tuo cane deve anche presentare determinati tratti caratteriali e comportamentali:

  • È molto utile che il tuo cane risponda a tutti i comandi di base importanti e sia in grado di restarti vicino anche in percorsi più impegnativi senza tempi di fermo lunghi. O perlomeno che non si allontani senza che tu riesca a richiamarlo a te.
  • Altri grandi punti a favore quando si fa jogging con un cane sono la sua compatibilità sociale e la serenità nei confronti di umani e altri animali.
  • In realtà, è quasi impossibile trovare piste da jogging completamente deserte. Questo è il motivo per cui il tuo cane non dovrebbe tendere a farsi distrarre troppo facilmente mentre fate jogging.
  • Una certa tendenza del cane alla caccia, tuttavia, non è un gran problema finché sai come controllarlo.

La procedura giusta

È ora di iniziare a correre e divertirsi, finalmente? Quasi! Procurati l'attrezzatura giusta e tieni a mente alcuni punti.

Equipaggiamento

Per fare jogging è essenziale che tu e il tuo compagno siate ben equipaggiati. Per te, ovviamente, scarpe adeguate, un abbigliamento adatto alle condizioni meteo (T-shirt, pantaloni, all’occorrenza anche un giacchetto, dei guanti e un cappello) e qualcosa da bere.

Per il tuo cane, in cima alla lista c’è sicuramente un guinzaglio appropriato. L’ideale sarebbe che tu avessi una cintura a cui poter agganciare il guinzaglio. Ha il vantaggio di ostacolarti pochissimo durante la corsa e allo stesso tempo ti consente un buon controllo sul cane che corre di fronte a te. È importante anche che sia di un materiale resistente, elastico e catarifrangente, così sia tu che il guinzaglio sarete visibili anche al buio.

In generale, mentre fai jogging con un cane al crepuscolo o quando c’è meno luce assicurati di indossare dei catarifrangenti. Anche se senza dubbio è un’esperienza memorabile, essere investiti mentre si fa sport non è uno dei punti irrinunciabili da spuntare dalla lista di allenamento.

Preparazione

Come abbiamo già detto, prima di iniziare a fare jogging con il tuo cane il veterinario dovrebbe sottoporlo a un controllo del cuore e dei reni. Adesso, è il momento di stuzzicare il suo interesse. Il tuo cane si distrae facilmente durante una passeggiata di 500 metri o non è motivato a correre al tuo fianco? In questo caso dovrai abituarlo gradualmente.

Inoltre, non dovrebbe mangiare nulla nelle due ore precedenti la vostra uscita, perché una combinazione di esercizio fisico intenso e attività digestiva potrebbe causargli problemi gastrici e/o grovigli intestinali. Una brutta faccenda. Avrà anche bisogno di tempo sufficiente per espletare le funzioni fisiologiche prima di fare jogging. Così il tuo amico a quattro zampe sarà coinvolto appieno durante la corsa e non continuerà a fermarsi al lato della pista.

Trovare il percorso adatto

Un cane in forma e di buon umore insieme a una persona sicura e atletica valgono la metà della buona riuscita dell’esperienza. L'altro 50% lo fa la scelta del percorso più adatto. Regole oggettive sono:

  • I cani corrono molto meglio su una superficie più morbida come prati o sentieri che non sull’asfalto o sulla ghiaia.
  • Non c'è da stupirsi, perché a differenza di te, il tuo compagno non indossa scarpe da ginnastica che gli proteggano le piante dei piedi.
  • Inoltre, l'asfalto d’estate si riscalda fino a diventare quasi bollente. Soprattutto in caso di percorsi più lunghi, correre su questo tipo di terreno sarà molto spiacevole per lui.
  • Cerca anche percorsi che non siano frequentati da troppi joggers, o da camminatori, ciclisti, pattinatori o persone a cavallo. Il tuo cane dovrebbe prima aumentare il suo livello di concentrazione su di te e sulla corsa.
  • Perciò, via dalle zone affollate e con ampie strade: meglio scegliere aree più tranquille.

Il jogging

Hai pensato a tutto, ti sei procurato l'equipaggiamento adeguato e hai scelto il percorso con attenzione? Tutti in pista! Mettiti in marcia con il tuo cane - ma gradualmente e in tutta calma. Proprio come te, il tuo cane ha bisogno di riscaldarsi, prima. Per questo, è molto importante iniziare con giri brevi da allungare gradualmente. Allo stesso tempo, anche una temperatura gradevole (tra -1 e 20 °C circa) renderà più facile proseguire.

Per quanto tempo?

Per la maggior parte dei cani allenati, un giro di jogging a passo regolare lungo fino a 10 km non costituisce una sfida insormontabile. Dovrai comunque dividere idealmente il percorso in diverse tappe più brevi, in modo che il tuo cane abbia modo di riprendere fiato ed esplorare l'area. Questo ti permetterà di tenerlo meglio a bada, perché la sua curiosità sarà stata almeno parzialmente soddisfatta.

Dà al tuo cane comandi chiari (sinistra, destra, fermo, avanti), senza sovraccaricarlo con nuovi ordini mentre correte. Se all’inizio sono necessari più comandi, allenalo su giri più brevi, in modo che non venga “sovraccaricato” dalla grande quantità di nuovi comandi.

Solo sudore – niente sangue, niente lacrime

A proposito di sovraccarico: i cani si surriscaldano velocemente, perché non trasudano da tutto il corpo come noi, ma solo dalla lingua. Quando correte, presta sempre attenzione alle sue reazioni fisiche, come l’intensità del suo respiro, e se non ti convince, fate una pausa.

Proprio come te, il tuo partner di jogging a quattro zampe ha bisogno di reintegrare i liquidi persi. È quindi necessario che tu provveda a portare con te una quantità sufficiente d’acqua. È sempre meglio prenderne abbastanza anche per lui, nel caso in cui lungo il tragitto non trovaste nessuna fonte d’acqua potabile.

Per far sì che il suo corpo riesca a sostenere le sollecitazioni del jogging, è sconsigliato uscire quotidianamente a correre. Il tuo amico a quattro zampe ha bisogno di almeno un giorno per riposarsi. Ma se va a entrambi, nulla vi vieta di concedervi più di una corsa a settimana.

Meglio una fine graduale

Certo, fare jogging può rendere te e il tuo compagno dipendenti dall’attività sportiva. Correre fino allo sfinimento, però, non è una buona idea. È molto meglio terminare l'allenamento gradualmente e in modo non troppo brusco. Proprio come un essere umano, se a un cane che si trovi ancora in piena attività viene imposto improvvisamente di fermarsi, sicuramente ne sarà infastidito. Rallenta il ritmo e dai modo al tuo compagno di "scaricarsi" e di calmarsi prima di rientrare a casa.

Controlla infine che non abbia qualcosa incastrato sotto le zampe. Se necessario, provvedi a pulirle. E adesso è il momento per una bella sessione di coccole, con lodi e biscottini. Un premio in carezze e dolci non pregiudicherà certo le sue abilità sportive…

Inserisci commento