Salute del cane – Come proteggerlo dalle zecche?

04.10.2018

I raggi del sole si fanno sempre più caldi - la natura si è completamente risvegliata dal suo torpore e ci invita a passare del tempo all’aperto. È ora di tirare fuori i bikini e i vestiti estivi dopo la lunga pausa invernale e trascorrere una bella giornata al lago o fare una passeggiata nel verde.

Per quanto bella sia l'estate, c'è però una minaccia che si ripete ogni anno in questo periodo: le zecche. Soprattutto all'inizio della stagione, quando si fa più caldo, questi animali escono dai loro nascondigli e diffondono la paura tra la popolazione.

Mentre l'uomo può proteggersi dagli attacchi delle zecche con scarpe e abiti adeguati, le cose sono molto diverse per i nostri amici a quattro zampe. Le zecche avvertono il calore del loro corpo e si aggrappano al loro pelo, da dove riescono a raggiungono ogni punto del corpo del cane.

I punti più sensibili sono soprattutto le zampe, le orecchie e le ascelle, che devono essere accuratamente controllate dopo ogni passeggiata. In questi luoghi, le zecche possono nutrirsi inosservate per parecchio tempo: i maschi per svariate ore, le femmine anche diversi giorni! Ma ci sono anche buone notizie – esistono rimedi efficaci contro le zecche per proteggere il tuo amico a quattro zampe! Scopriamo quali in questo articolo.

Protezione dalle zecche – esiste un rimedio definitivo?

Dopo aver passato parecchio tempo all’aperto devi sempre controllare se sul tuo cane si sono attaccate delle zecche. Queste preferiscono di solito i punti più facilmente accessibili, dai quali si disperde più calore.

Controlla questi punti con particolare attenzione:

  • Zampe (tra le dita)
  • Ascelle
  • Orecchie

Le zecche preferiscono cani con il pelo più spesso e lungo, in cui si annidano più facilmente e possono nutrirsi indisturbate. È comunque molto importante controllare tutti i cani dopo una passeggiata, soprattutto in caso di famiglie con bambini piccoli, perché una volta che la zecca si stacca dal cane, la sua prossima vittima può diventare l’uomo.

Purtroppo, un rimedio che protegga dalle zecche al 100% non esiste. Tuttavia, sono numerosi i consigli dei proprietari di cani che vale la pena provare.

Rimedi naturali

Esistono alcuni metodi naturali che proteggono dalle zecche, nessuno dei quali garantisce una sicurezza del 100%. Combinati insieme, però, offrono una buona protezione e non hanno nulla da invidiare ai prodotti chimici. Se un metodo non funziona, non c’è motivo di preoccuparsi – per ogni cane, così come per ogni essere umano, alcuni trattamenti sono più efficaci di altri.

Perciò, se uno di questi metodi non sortisce l’effetto desiderato con il tuo compagno, provane un altro! Neanche i prodotti chimici contro le zecche sono una panacea e funzionano in modo diverso a seconda del cane.

Olio di cocco:

Molti proprietari di cani usano l'olio di cocco biologico pressato a freddo, che grazie al suo caratteristico odore dovrebbe tenere lontane le zecche. Mescolalo al mangime e imbevi un pettine prima di passarlo tra il pelo del tuo cane per ottenere il massimo dell’effetto.

Aglio granulare:

Anche l'odore dell'aglio può respingere le zecche. Alcuni consigliano di aggiungerne dei granuli al cibo del cane.

Attenzione: Prima di dar da mangiare al tuo compagno cibi con aglio granulare consulta il veterinario: dosi eccessive di aglio sono velenose per i cani!

Collana d’ambra:

Un altro modo naturale per proteggere il tuo cane dalle zecche è una collana, o un collare, d’ambra. Grazie al suo odore può tenere lontane le zecche. Per ottenere il massimo dell’efficacia, l’ambra non deve essere stata lucidata.

Rimedi chimici

Dal punto di vista medico, i rimedi chimici contro le zecche sono più efficaci, ma inquinano anche l'ambiente a causa delle sostanze che contengono. Queste tossine sono utilizzate in una quantità che è sicura per il cane, ma è sufficiente a causare gravi danni ad animali come le api.

Se vuoi proteggere il tuo cane dalle zecche con prodotti chimici, procurateli da un veterinario. Quelli da banco sono molto più deboli e risulteranno quindi meno efficaci rispetto a quelli prescritti da un medico.

Attenzione: Soprattutto con l'uso di collari antiparassitari e prodotti spot-on, fai in modo che il cane non entri in acque pubbliche, perché anche questa piccola quantità di tossine è sufficiente per uccidere alcuni pesci.

Collare antiparassitario:

Il collare antiparassitario è uno dei mezzi più noti e pratici per combattere le zecche. Si tratta di una fascetta che si aggiunge al collare effettivo e che, grazie al suo caratteristico odore, offre al cane una protezione di diversi mesi dalle zecche.

Prodotti spot-on:

Sono prodotti da spruzzare sul cane, che devono essere riapplicati nel caso l’animale restasse per molto tempo in acqua. È importante usare i prodotti spot-on solo su punti in cui il cane non può arrivare, altrimenti leccherà le sostanze potenzialmente tossiche. Il punto più adatto è il collo.

Capsule:

In alternativa, puoi dare al cane delle capsule che lo proteggano dalle zecche per circa 3 mesi. Questo è il prodotto più rispettoso dell'ambiente, motivo per cui tra quelli chimici è il più consigliato.

SOS zecche – Come rimuoverle?

Poiché nessuno dei rimedi sopra citati offre una protezione del 100%, è probabile che prima o poi, nonostante la massima precauzione, tu scopra che una zecca si è attaccata al tuo cane. In questo caso, è importante rimuoverla il più rapidamente possibile, perché molte malattie (come la malattia di Lyme, o borreliosi) vengono trasmesse dopo solo alcune ore di suzione.

In commercio sono disponibili diversi prodotti per rimuovere le zecche:

  • Pinza togli zecche
  • Carta per zecche
  • Gancetto togli zecche

Il principio è lo stesso per tutti e tre: il parassita viene rimosso dalla pelle del cane.

Attenzione: Non è necessario girare o spingere la zecca – anzi è addirittura controproducente, così come l'uso di oli e spray per ucciderla. In questo modo, è altamente probabile che essa finisca per penetrare sotto la pelle del cane, trasmettendogli così agenti patogeni in maggiore concentrazione.

Pertanto, è importante sfilare delicatamente la zecca e solo successivamente ucciderla, in modo che non si attacchi ad altri animali o a esseri umani.

Conclusione: protezione contro le zecche

I cani con il pelo particolarmente lungo e folto sono i più soggetti ad essere attaccati dalle zecche, che si nascondono meglio e possono nutrirsi più a lungo. Tuttavia, è molto importante controllare ogni cane alla ricerca di parassiti dopo una permanenza all'aperto, perché questo previene infezioni dannose non solo per l’animale, ma anche per gli altri membri della famiglia.

Purtroppo non esistono prodotti contro le zecche efficaci al 100%, ma ci sono alcuni rimedi chimici e naturali che vale la pena provare.

Importante: Dopo aver rimosso una zecca, osserva bene la pelle del cane in quella zona. Se noti arrossamenti insoliti o infiammazioni, rivolgiti subito al veterinario.

Inserisci commento