Cane stressato: come capirlo e cosa fare?

15.12.2018

Anche i cani, come le persone, possono trovarsi a vivere in condizioni stressanti e sviluppare problemi comportamentali o addirittura malattie. Spesso sono le situazioni quotidiane a causare stress nel cane. Situazioni con le quali noi abbiamo imparato a convivere da tempo, ma a cui i cani non riescono ad adattarsi. 

Cosa si intende per „stress“?

Lo stress è un'esperienza opprimente, che può verificarsi una sola volta o essere ripetitiva, e che a lungo termine rischia di influire negativamente sulla salute e sulla psiche. Mentre gli umani nel corso dell'evoluzione hanno appreso a gestire stimoli visivi e uditivi fuori dal contesto naturale, questi di solito costituiscono un problema per i cani.

Quindi, se riscontri un atteggiamento atipico nel tuo cane o qualcosa di anomalo nei suoi comportamenti, dovresti andare dal veterinario per farlo esaminare. Se il medico non trova patogeni o altre cause analoghe che possano spiegare i problemi comportamentali del tuo cane, nella maggior parte dei casi è possibile che si tratti di stress.

Cosa può causare stress in un cane?

Lo stress nel cane può avere diverse cause. Dal momento che ogni cane, come tutti gli altri esseri viventi, ha un carattere unico, è spesso difficile determinare quali situazioni possano essere per lui fonte di stress. Mentre un cane di per sé più impressionabile può mostrare segni di ansia e depressione a causa di un film che lo sommerge di impulsi visivi e uditivi, un altro può non avere problemi neanche con i botti di Capodanno.

Diversi tipi di stress 

Queste differenze nella percezione dipendono in gran parte da che tipo di stress manifesta il tuo cane. Se ne distinguono approssimativamente due tipi, diversi nel modo in cui lo stress viene percepito e nei sintomi che si manifestano.

Stress di tipo A

Un cane che manifesta stress di tipo A è un cane dall’indole attiva. In situazioni di disagio, reagisce in modo curioso e cerca sempre di risolvere da solo i problemi; se necessario, anche attraverso una fuga. I cani che appartengono a questo tipo sono spesso quelli attratti dal rischio, vivaci, imprevedibili e giocosi.

Stress di tipo B 

Un cane che manifesta stress di tipo B si comporta piuttosto passivamente ed evita situazioni sconosciute. Osserva scetticamente da lontano e non corre rischi. I cani di questo tipo spesso reagiscono a situazioni di disagio andando in depressione o isolandosi.

Quali sintomi manifesta un cane stressato? 

Come abbiamo già accennato, i sintomi variano considerevolmente da cane a cane. In generale, i tipi A tendono a sviluppare atteggiamenti distruttivi, mentre i tipi B possono diventare depressi o, al contrario, aggressivi. 

Tipici sintomi di stress di tipo A: 

  • Inquietudine e iperattività 
  • Attacchi di panico e irrequietezza 
  • Tensione e impulso a muoversi continuamente
  • Atteggiamenti distruttivi (tappezzeria strappata, documenti distrutti) 
  • Autolesionismo
  • Problemi cardiovascolari 

Tipici sintomi di stress di tipo B:

  • Calo dell’autostima 
  • Aggressività dovuta a paura 
  • Apatia
  • Depressione
  • Senso di impotenza

Nella fase finale, in entrambi i casi i cani cadono in una condizione depressiva e perdono interesse in chiunque e in qualsiasi cosa. In questa fase, è molto difficile ripristinare la salute dell’animale e restituirgli la gioia di vivere.

Come trattare i sintomi dello stress?

Se ti accorgi che il tuo cane si comporta in modo diverso dal solito, prima di tutto fallo visitare dal veterinario. Se lui non riesce a trovare delle cause fisiche, spetterà a te scoprire quelle psicologiche.

Cerca di ricordare quando il tuo cane ha cominciato a mostrare i primi cambiamenti comportamentali e pensa a cosa è cambiato da quel momento. Anche se a te un dato evento sembra normale e non ti ha causato alcun problema, è possibile che il tuo cane non abbia vissuto la cosa allo stesso modo. Situazioni che posso essere causa di stress sono ad esempio: 

Allontanamento di un membro della famiglia 

Non significa necessariamente che una persona o un animale ci abbia lasciato. È sufficiente che tua figlia abbia iniziato a studiare in un'altra città e non ci sia durante la settimana. Oppure che tuo figlio ora trascorra metà della giornata all'asilo o a scuola, o che tu resti al lavoro più a lungo.

Il tuo cane è abituato a un certo ritmo. Quando il lavoro, la scuola o nuove abitudini modificano questo ritmo, il tuo compagno può trovarsi in difficoltà, non riuscendo a capire perché le cose siano cambiate. 

Arrivo di un nuovo membro della famiglia 

Potresti aver avuto un bambino o aver adottato un altro cane. Il tuo compagno in questo caso si sente confuso perché avverte che la gerarchia in casa è cambiata e non sa più quale sia il suo posto.

Trasloco o viaggio lungo 

Se hai un trasloco in programma, non si tratta solo di un grande cambiamento per te, ma anche per il tuo cane. L'arredamento sarà diverso, così come le stanze e il giardino. Quando uscirete per una passeggiata farete un percorso completamente diverso e incontrerete cani sconosciuti. Il tuo cane verrà strappato al suo ambiente abituale ed è molto probabile che avrà bisogno di tempo per elaborare il tutto.

Come aiutare un cane stressato? 

È importante reagire con calma alla situazione di stress e dare al cane la sensazione di essere compreso. Cerca di introdurre i cambiamenti nel modo più delicato possibile.

Se vi trasferite, metti la sua ciotola nel punto in cui si trovava nell'appartamento di prima.

Se hai un nuovo lavoro, e quindi meno tempo, informati se ti è possibile portare il cane al lavoro con te. Se necessario, puoi assumere un dog sitter in modo che il tuo cane non si annoi a stare troppo tempo da solo. 

Se proprio non riesci a venire a capo del problema, prova a informarti presso una scuola per cani o parla con un addestratore. Quest’ultimo saprà darti consigli professionali e potrà anche aiutarti a scoprire più velocemente la fonte del disagio del tuo cane.

Conclusione

Una situazione di stress che si protrae nel tempo non dovrebbe mai essere presa sottogamba. È importante mettersi nei panni del cane e, se possibile, eliminare la causa dello stress. Se una nuova situazione è causa di disagio, è necessario aiutare il cane ad abituarsi gradualmente alle nuove condizioni.  

In ogni caso, occorre intervenire per evitare che una situazione di stress duraturo possa condurre a seri danni mentali e fisici. Ricorda: più a lungo dura questo stato, più difficile sarà risolvere il problema. Spesso basta semplicemente andare in una scuola per cani o parlare con un addestratore. In casi estremi, è possibile ricorrere al supporto professionale di uno psicologo per cani.

Inserisci commento