Il collare più adatto al tuo cane – attenzione a questi fattori

11.01.2020

Per molti proprietari di cani, il collare è solo un oggetto di uso comune. Esso deve essere funzionale e ben lavorato perché possa durare a lungo. Inoltre, dovrebbe anche essere facile da pulire. E se il tuo compagno peloso è un fan dell'acqua e si butta in ogni pozzanghera, il collare ideale dovrebbe anche asciugarsi velocemente.

Ma per molti altri il collare non è un semplice oggetto, serve anche come accessorio per ornare il cane. 

Per l’animale non dovrebbe fare alcuna differenza se deve indossare un collare funzionale in nylon o un modello di lusso in morbida nappa decorato con degli strass. 

Dico "deve indossare", perché probabilmente nessun cane si metterebbe spontaneamente un collare. È per questo che tutti i cuccioli devono essere abituati a portarlo.  

Ma un collare è importante perché il cane possa essere agganciato al guinzaglio in sicurezza. Anche nella vita di un animale obbediente possono presentarsi molte situazioni in cui c’è bisogno di un guinzaglio. 

Ad esempio, vige l’obbligo del guinzaglio durante i mesi estivi, quando gli animali selvatici hanno i cuccioli e devono essere tutelati. L’animale deve essere tenuto al guinzaglio anche durante la visita dal veterinario. E ci sono delle restrizioni anche per quanto riguarda i mezzi di trasporto pubblico, o in alcune aree della città, per citare degli esempi. 

A cosa devo fare attenzione quando acquisto un collare per il mio cane? 

La giusta grandezza 

Per prima cosa, la giusta taglia è fondamentale. Il collare non deve essere troppo stretto per non soffocare il cane. Né deve essere troppo largo, altrimenti il tuo compagno se ne libererà prima che tu te ne accorga.

Consigliamo vivamente di scegliere un collare regolabile. In questo modo potrai adattarlo a mano a mano che il tuo cucciolo cresce e non avrai bisogno di comprarne uno nuovo ogni poche settimane. 

Se il tuo amico peloso è già adulto, potrà variare nel peso – anche in questo caso, con un collare regolabile non dovrai acquistarne spesso di nuovi. 

Per evitare che il collare sfreghi sulla pelle del tuo compagno, puoi sceglierne uno con una morbida imbottitura in neoprene.

Happilax produce anche comodi collari imbottiti  

Il materiale

I materiali più utilizzati per i collari di solito sono il cuoio e la plastica. 

I collari per cani in biothane sono stati introdotti relativamente di recente sul mercato. Si tratta di un tessuto in poliestere rivestito con poliuretano.

In commercio troverai anche collari di materiali misti, ad esempio di cuoio imbottiti in neoprene.

Vantaggi dei collari in plastica

  • durevoli
  • facili da pulire
  • solitamente più economici dei collari in cuoio 
  • si asciugano più rapidamente di quelli in cuoio

Vantaggi dei collari in cuoio 

  • solitamente hanno un aspetto più elegante di quelli in plastica
  • con una corretta manutenzione acquistano un rivestimento che permette loro di durare più a lungo 

Per il cane non fa differenza se il collare è in cuoio e ha un aspetto elegante o se ne indossa uno in nylon. Questo dipende solo dai gusti del suo padrone. 

Ciò che conta per il tuo compagno, piuttosto, è che il collare non sia fastidioso da indossare. Cosa che può succedere se è troppo piccolo e il cane si sente costretto. Anche la larghezza è un fattore importante. Ad esempio, se il tuo compagno è un bovaro del bernese di 60 chili, avrà bisogno di un collare più largo di quello che indosserebbe un piccolo pechinese.   

Collari catarifrangenti 

I collari catarifrangenti sono particolarmente utili per i cani che vengono lasciati liberi di correre. Chiunque abbia mai fatto una passeggiata nel parco con un labrador nero di sera sa quanto sia comodo un collare catarifrangente che gli permette di vedere più facilmente il cane. 

Happilax produce anche collari catarifrangenti 

Collari con scarico della trazione

Se il cane tira quando è al guinzaglio, e soprattutto se tira a scatti perché ad esempio pensa di aver intercettato un topo nell'erba alta, imprimerà subito una forte pressione sul guinzaglio, che si riverbererà sul collare. Il guinzaglio si stirerà e il collare si tenderà verso di esso o potrà strattonare il collo del cane, per il quale potrebbe rivelarsi doloroso.  

Il collare deve essere posizionato in modo da non esercitare alcuna pressione sulla laringe dell’animale. Ecco alcune informazioni anatomiche che potranno tornarti utili: la laringe del cane si trova esattamente nel punto in cui la testa si unisce al collo. Un collare ben posizionato dovrà trovarsi dunque sotto la laringe. 

In questo caso i collari con scarico della trazione possono rivelarsi molto utili. Lo scarico della trazione è fatto in modo da permettere al collare di scivolare lungo la schiena del cane dopo che è stato agganciato il guinzaglio. In questo modo, la fibbia non premerà sulla laringe del tuo compagno. 

Questo collare Happilax ti mostra un esempio di collare con scarico della trazione

Collare o pettorina? 

Questo è un argomento ampiamente dibattuto nella comunità dei proprietari di cani. Chi è a favore della pettorina sostiene che essa è più sicura per il cane e impedisce che la laringe dell’animale venga compressa dalla pressione.  

Tuttavia, l’argomentazione non è del tutto corretta. Considerando l'anatomia del cane, la laringe, come abbiamo detto, si trova esattamente nel punto in cui la testa si unisce al collo. Se il collare è stato applicato correttamente, il rischio di una lesione alla laringe di solito sussiste solo se il proprietario tira con forza il guinzaglio verso l’alto. Un altro caso pericoloso è un violento strattone del guinzaglio se il cane tiene la testa bassa.  

In ogni caso, un proprietario non deve compiere nessuno di questi due movimenti. Non c’è quindi nulla di sbagliato nel mettere un collare al proprio animale piuttosto che una pettorina.  

Secondo chi è a favore del collare, il cane gode di molta più libertà così piuttosto che con una pettorina. 

In conclusione, si tratta di una decisione basata su criteri personali che ognuno può prendere in totale indipendenza. 

Lo stesso vale anche per i collari con gli stop 

I collari con gli stop sono pratici perché puoi semplicemente infilarli e sfilarli sopra la testa del cane. Questo è molto comodo, soprattutto nel caso di cani vivaci che quando escono a passeggio sono così entusiasti che si riesce a tenerli fermi a malapena per il tempo di infilargli il collare o la pettorina.  

Lo svantaggio dei collari con gli stop è evidente: se il cane tira il guinzaglio, il collare si stringe sempre di più intorno al collo dell’animale e rischia di soffocarlo. 

Conclusione

Oltre ad un oggetto pratico, il collare può anche essere un ornamento per l’animale. Esiste una vastissima gamma di collari per cani! Quando devi acquistarne uno, assicurati che esso si adatti bene al tuo compagno e sia posizionato nel modo giusto. Tutto il resto è solo una questione di gusti!  

Inserisci commento