L’imbarazzo della scelta – Come trovo la giusta spazzola per cani?

09.02.2019

I cani hanno il pelo e devono essere spazzolati. Giusto? Giusto. Tuttavia, ci sono delle cose che devi sapere perché il tuo cane riceva il meglio delle cure per il suo mantello. 

Perché spazzolare il cane è così importante?

  • Perché spazzolandolo porti via i peli morti 
  • Per districare il sottopelo 

Questo aiuta a prevenire i nodi e fa in modo che la pelle del cane respiri. Inoltre, stimola la circolazione sanguigna, il che a sua volta significa che il pelo apparirà sano e più lucido.

Questi sono i vantaggi per il tuo cane. Tra quelli per i padroni, c’è ovviamente quello di potersi liberare dei peli che il cane perde senza vederli fluttuare in giro per casa. E c’è ancora un altro vantaggio, per il cane E per il proprietario: durante la spazzolatura si rafforza il legame fra i due.  

Ma non tutte le spazzole vanno bene per ogni cane. Un bassotto, ad esempio, avrà bisogno di una spazzola completamente diversa da quella di un golden retriever, per il quale c’è bisogno di spazzolare il sottopelo. 

Foto: Mr.Zoom

Possiamo distinguere quattro diversi tipi di pelo nei cani:

  • Pelo corto (ad esempio quello di un beagle)
  • Pelo lungo (setter, golden retriever)
  • Pelo duro (bassotto)
  • Pelo semiduro (pastore tedesco)

E proprio perché i nostri compagni pelosi sono così diversi uno dall’altro, il loro mantello ha bisogno di essere curato in modo diverso. Non si può certo fare una lista universale in cui stabilire che, ad esempio, un bassotto ha bisogno di essere spazzolato un preciso tot di volte. Questo dipende non solo dalla razza, ma soprattutto dal singolo cane. Un cane tranquillo, a pelo corto, che fa passeggiate al guinzaglio per il parco, non ha bisogno di essere spazzolato tanto quanto un golden retriever che vive in campagna e d’estate si tuffa nell’acqua di un lago più volte al giorno. 

Quante spazzole diverse esistono? 

L’offerta in materia di spazzole è vastissima. Esistono addirittura dei produttori di aspirapolveri che offrono dispositivi aggiuntivi con cui puoi direttamente aspirare il pelo del tuo cane. Forse un'idea astuta per ampliare il loro mercato di vendita ... 

L'idea di trattare il cane direttamente con l'aspirapolvere non avrà molto successo nel caso di quei cani che hanno paura degli aspirapolvere o che vogliono attaccare una cosa che fa tutto quel rumore e puzza. Inoltre, ogni proprietario di cani dovrebbe decidere autonomamente se sia opportuno o meno trattare il proprio cane con una specie di aspirapolvere.

Ma torniamo alle spazzole. 

Questi sono i modelli di spazzole più comuni:

Spazzola con piedini 

Di solito èdi plastica o di gomma dura e ha - come suggerisce il nome - un sacco di piedini. Non serve per rimuovere i peli. La spazzola con i piedini essenzialmente è una spazzola per massaggi. 

È ideale per fare in modo che i cuccioli si abituino ad essere spazzolati e favorisce la circolazione sanguigna del cane, il che partecipa anche a rendere il pelo più brillante. Molti cani amano farsi coccolare con una spazzola con i piedini. Per loro, è un trattamento “di lusso”.   

Striglia

Questo tipo di spazzola di solito è in legno e ha le setole in plastica morbida. La spazzola ha una tracolla come manico, quindi è anche comoda da tenere in mano. Si utilizza anche con i cavalli. Anche questa spazzola si usa per lo più per massaggiare. 

Spazzola a setole o singola o doppia 

Queste spazzole somigliano a quelle per capelli che usiamo noi. Posso essere di vari materiali - ad esempio, corpo in legno e setole in plastica. I modelli doppi di solito hanno un lato con setole di ferro o metalliche. Questo lato riesce a rimuovere meglio i peli morti. Attenzione però a non premere troppo forte. 

Cardatore 

Di solito è di forma rettangolare e ha setole metalliche curve, con le quali si riesce a "grattare" bene il sottopelo del cane. Alcuni produttori forniscono anche in aggiunta un pettinino che si può usare per pulire la spazzola. Assicurati di non fare troppa pressione quando usi questa spazzola, potresti irritare la pelle del tuo compagno. 

Taglianodi

Se il sottopelo del cane è talmente aggrovigliato da non poter essere districato, di solito si ricorre al taglianodi. Questo somiglia a un rasoio usa e getta e si usa per eliminare il pelo infeltrito. Per chi non è esperto, consigliamo di farsi prima mostrare da qualcuno come si fa, perché serve un po’ di pratica prima di familiarizzare con il taglianodi. Chiunque non si senta sicuro a usare uno, ovviamente, può sempre rivolgersi al suo esperto di toelettatura per cani di fiducia. 

Rasatura con la toelettatura professionale 

Nel caso in cui il cane avesse un pelo molto crespo, si può anche considerare l’idea di rasare. Alcuni proprietari lo fanno in estate per dare ai loro compagni pelosi un po’ di sollievo dalla calura. Anch’io l'ho fatto con il mio golden retriever ma non si è rivelata una buona idea, perché dopo ogni rasatura il sottopelo ricresceva più fitto, il che ha portato a un circolo vizioso per cui continuavo a tosare il cane finché non si riusciva più a passare attraverso il sottopelo. 

Un esperto sa quali razze si possono tosare e quali no. E se sei incerto se far rasare il tuo cane o meno, consulta il veterinario! 

Spazzola Cardatore (Spazzola DeShedding)

Questo tipo di spazzola, che prende il nome dalla marca più famosa che la produce, è anche disponibile sul mercato con il nome inglese DeShedding. Districa in modo molto efficace il sottopelo e rimuove bene i peli morti. È consigliata soprattutto nel caso di cani dal mantello molto folto, perché può ridurre la perdita di pelo. Tra l’altro, un uso regolare permette di ottenere un mantello più lucido e sano.  

Tuttavia, quando la usi fai attenzione a non insistere troppo su uno stesso punto, o rischi di irritare la pelle del tuo cane.  

La spazzola venduta da Happilax è un ottimo esempio di spazzola cardatore. 

Come capisco se una spazzola è di buona qualità? 

  • Deve essere di buona fattura e comoda da tenere in mano.
  • Le lame dovrebbero essere in acciaio inossidabile e facili da sostituire. 
  • La spazzola deve essere sempre facile da pulire. 

La spazzola per cani Happilax possiede tutte queste caratteristiche. Può essere usata sia su cani a pelo lungo che a pelo corto, e anche sui gatti.

Aiuto, il mio cane detesta farsi spazzolare. Cosa posso fare? 

Un consiglio che purtroppo ormai non servirà a molto, ma è il più facile da seguire per evitare lo stress: quando porti un cucciolo in casa, abitualo alla spazzola fin da piccolo. Naturalmente, all'inizio è meglio usare solo spazzole per massaggi che non tirano il pelo e non fanno male. Se il cucciolo si fa spazzolare, ricompensalo adeguatamente. 

Se tutto questo all’inizio non c’è stato e il tuo cane scappa appena ti vede prendere in mano la spazzola, armati di molta pazienza. Avrai bisogno di un approccio lento e cauto per far capire al tuo compagno peloso che la spazzola ha anche i suoi lati positivi. Puoi cominciare con le spazzole per i massaggi e poi passare gradualmente alle spazzole che rimuovono i peli morti e trattano il sottopelo. Ma non pressare mai il tuo cane e lodalo sempre quando si lascia spazzolare.

Un ultimo consiglio per i cani che si lasciano spazzolare sul corpo, ma fanno storie o scappano non appena passi a spazzolare la coda (per i cani a pelo lungo!) o i peli sul retro delle zampe posteriori. Io ho ottenuto buoni risultati passando a un pettine con denti lunghi girevoli. Riduce il rischio di tirare il pelo, e in questo modo il mio cane non ha più avuto problemi a farsi spazzolare.

Inserisci commento